Piscina Temporanea nel complesso olimpico Luzhniki

EXPERIMENTAL CITY – EX CASERMA OSOPPO

ITALIA - UDINE 2017

loader
  • CLIENTE: Comune di Udine
  • IMPORTO: EUR 18.000.000 stanziamenti pubblici
  • PRESTAZIONI ARCHEST: Concept Design, Progettazione definitiva
  • DESCRIZIONE: 
    Il Comune di Udine ad ottobre 2016 ha partecipato al Bando per la predisposizione del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia, indetto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con un progetto presentato a cura dell'U.O. Rigenerazione Urbana e Agenda 21, piazzandosi al 48° posto in Italia e prima in regione. Il progetto si configura come una vera e propria rivoluzione urbanistica, con interventi di recupero e nuove realizzazioni che permetteranno di rilanciare tutto il quartiere “Aurora”, dal punto di vista sociale, insediativo, ricreativo, sportivo e commerciale. 
     
    Il progetto: L’esteso ambito territoriale costituito dall’ex caserma Osoppo si colloca nel quadrante nord - est del territorio comunale della città di Udine, a nord di Via Cividale, a breve distanza dal centro città. Experimental city è un progetto di rigenerazione e riqualificazione urbana, con il tentativo integrato di ridurre le emissioni globali, il consumo di energia, il consumo di risorse naturali, compreso il consumo di suolo.
    Vengono individuati alcuni elementi meritevoli di conservazione, sia sotto il profilo della collocazione e conformazione spaziale, sia per le caratteristiche ed il disegno di alcuni tratti di facciata: spicca tra questi l’originaria piazza d’armi e le palazzine limitrofe alla stessa. A questa porzione centrale dell’ambito viene attribuita la massima potenzialità nella componente residenziale, pur mantenendo le possibilità relative a destinazioni diverse.
    Nella zona più a nord dell’ambito si accentuano le destinazioni a carattere terziario adeguatamente collegate ed accessibili. La zona ad est, che si pone quale elemento intermedio tra il parco interno alla ex caserma e l’area agricola alla stessa confinante, viene orientata verso servizi di interesse collettivo a caratterizzazione sportiva. Il luogo si presta particolarmente a tale scopo, in quanto libero da vincoli morfologici.
     
    Interventi: Il piano prevede il mantenimento della piazza d’armi, il riuso edilizio dei principali edifici dismessi del comprensorio dell’ex caserma Osoppo e il recupero architettonico del patrimonio, oltre che gli ampi spazi verdi, senza stravolgere un contesto urbano ormai storicizzato, inoltre “experimenta” modi di abitare, con uno spirito nuovo aperto e attento, per dare risposte appropriate e dinamiche alle esigenze della società contemporanea.
    Il progetto non si limita alla sola area dell’ex Caserma Osoppo, ma comprende anche le aree limitrofe, prevedendo opere di urbanizzazione, la sistemazione di piazzale Oberdan, via Cividale, via Bariglaria, via Tolmino e via San Gottardo, la realizzazione di percorsi ciclabili, di un centro intermodale e collegamento telematico, degli orti urbani. E’ previsto un edificio ad uso di co-housing, un Urban Center per attività pubbliche, la rifunzionalizzazione di un edificio ad uso plurifunzionale, attività sociali, culturali, didattiche, infine sportive con nuovi campetti.
     
    Smart City: Nell’ottica di una progettazione innovativa, tecnologica e smart vengono pensati dei sistemi tecnologici intelligenti, come lo smart lighting, integrato agli impianti per l’illuminazione pubblica, il monitoraggio infrastrutturale; una postazione car-sharing e una di bike sharing, UdineBike.
    Vengono progettati i parcheggi intelligenti, pensata la gestione dei rifiuti, oltre a soluzioni di tracking per persone, oggetti, asset e animali… fino alle applicazioni indoor di sistemi di domotica e smart home e soluzioni per la sicurezza della persona.
     
    Program: masterplan, urban design 
     
    Dimensioni: Area di intervento all’interno della caserma 127.000 mq.
    2,8 ettari di aree verdi e superficie permeabile
    1,7 ettari recuperati e riconvertiti a piazzali e strade
    1 ettaro di edifici abbandonati, recuperati e riconvertiti
    5 edifici ristrutturati
    2,1 ettari di piazza, ex piazza d’armi
    2,5 km di percorsi pedonali
    6,2 km di piste ciclabili
    0,7 km di strade interne di connessione.
     
    Progetto: 2017/2018
     
    Archest team: ing. Lucio Asquini, ing. Stefano Costantini, arch. Gaetano De Napoli, arch. Claudio Degano 

    Partners:

    BARRECA&LAVARRA,
    COOPROGETTI-SCRL
    PEVERE LORENZO
    SERTECO